Andrea prosdocimiNel 1914 il bellunese Andrea Prosdocimi, che si firmava Cavarzan (dal nome del paese in cui era nato), disegnò sulla rivista satirica Pasquino una vignetta con le caricature del re e della regina che gli costò una denuncia per lesa maestà e il rischio di un processo in Corte d’Assise. Partì allora volontario come ufficiale degli Arditi.

In trincea trovò il tempo di prendere qualche appunto sulla sua agendina militare e, soprattutto, continuò a disegnare fondando addirittura un giornale umoristico, Il pidocchio – di cui fu il disegnatore, l’impaginatore, il tipografo e l’amministratore – che servì a mantenere il buonumore tra i soldati della sua brigata.